Ultrasuoni a bassa frequenza per cavalli e cani

sirio

EQultrasound è un dispositivo ad ultrasuoni a bassa frequenza finalizzato al trattamento di patologie muscolari, articolari, legamentose e tendinee nel cavallo sportivo.

Il dispositivo stimola ed accelera i naturali processi fisiologici finalizzati alla riparazione tissutale, al recupero dell’omeostasi cellulare ed al ripristino della funzionalità, permettendo così una risoluzione naturale migliore e più rapida della patologia.

La terapia con EQultrasound può essere associata ad altre tecniche terapeutiche veterinarie e determinare in sinergia ad esse un approccio dinamico finalizzato all’ottimizzazione dei tempi di riabilitazione e recupero dell’attività agonistica.

Tra i benefici del trattamento non-invasivo dei tessuti con EQultrasound evidenziamo:

– Migliore mobilità articolare

– Maggiore elasticità dei tendini e dei legamenti

– Riduzione del dolore muscolare e dei processi infiammatori (azione analgesica)

– Riduzione del dolore provocato da proliferazioni ossee, miglioramento ottimizzazione del processo di rimodellamento osseo

– Trattamento dei tessuti cicatriziali

E’ stato evidenziato quanto l’utilizzo di EQultrasound in abbinamento ai diversi trattamenti comunemente usati dai veterinari ne migliori l’efficacia ed acceleri il processo di guarigione.

Ad esempio, l’utilizzo di EQultrasound è indicato dopo terapia con plasma arricchito di piastrine (PRP injections) o di  cellule staminali al fine di velocizzare e massimizzare la rigenerazione dei tessuti. Ancora, l’applicazione di EQultrasound     immediatamente dopo  trattamenti quali infiltrazioni dorso-lombari o intramuscolari in genere, di farmaci, si dimostra un ottimo supporto per la diffusione in profondità (dovuta alla spinta acustica) e l’assorbimento del farmaco, ottimizzandone quindi sia la diffusione che l’azione.

Inoltre, l’utilizzo di EQultrasound non richiede la tricotomia delle aree tissutali oggetto del trattamento, fattore che senza dubbio beneficia l’ estetica del cavallo.

No Comments Yet.

Leave a Comment